Condividiamo in pieno la lettera scritta dal medico omeopata dott. Antonio Vitiello a sostegno di una corretta comunicazione sulla medicina omeopatica

Scarica il PDF della lettera

L’assessore Gaeta: farò entrare l’omeopatia nel nuovo Osservatorio della Salute

E Gorga annuncia: obiettivo 50mila firme per un progetto di legge sulla professione

Un confronto tra farmacisti, medici e veterinari finalizzato ad un corretto approccio con il paziente omeopatico: è il tema del convegno che Apo Italia ha promosso domenica 13 maggio presso l’Ordine dei Farmacisti di Napoli. Proprio il presidente dell’Ordine, Vincenzo Santagada, ha accolto gli ospiti di una strapiena Sala Vincenzo Auriemma ricordando quanto abbia insistito “per porre un’attenzione sempre crescente alle medicine alternative. Sentiamo l’esigenza di promuovere formazione e informazione, ascoltando e rispettando le esigenze del territorio”. Anche il presidente di Federfarma Napoli, Michele Di Iorio, è intervenuto all’incontro moderato dalla dottoressa Clarissa Campodonico, ringraziando “il 5% di italiani che si cura con l’omeopatia, che sono la prova dell’efficienza di questa medicina molto più di tutte le ricerche finanziate dalla grande industria farmaceutica, preoccupata non da questo 5% ma dal 20% che affianca l’omeopatia ai rimedi tradizionali. Rivendicare la libertà di terapia deve essere il punto di partenza per tutti”. Un invito alla base delle attività dell’Apo: “Il nostro compito - ha detto la Presidente dell’Associazione Marisa Certosino - è tutelare i nostri pazienti da questi assalti, perché ho capito con la mia esperienza che sono persone belle e libere, e meritano che si conduca questa battaglia per loro. Le persone devono essere messe al centro dell’attenzione, tutte: anche quelle che non si curano con l’omeopatia. Soprattutto in un momento in cui media e social ci attaccano compatti, perché forse hanno finalmente pensato «vuoi vedere che forse funziona, l’omeopatia»”?

fotoconvegno 13 05 18

Presente anche il Presidente di Omeoimprese, Giovanni Gorga, che -prendendo spunto dai recenti “attacchi chirurgici” alla medicina omeopatica - ha messo in guardia sul fatto che questi attacchi si moltiplicheranno, perché non piace lo status di farmaco riconosciuto ai medicinali omeopatici. Siamo nel mezzo di una tempesta, e bisogna essere capaci di rispondere agli attacchi in maniera credibile. Paradossalmente l’Aifa è ora la nostra migliore alleata, e adesso che manca anche un interlocutore politico serve essere compatti. Per questo - ha annunciato Gorga - abbiamo intenzione raccogliere 50mila firme per presentare un progetto di legge che regolamenti la professione omeopatica, e Napoli deve essere il cuore pulsante di questa iniziativa”. Aria nuova anche presso le istituzioni comunali. “Questi temi meritano questa ampia platea, anzi ne meritano una ancora più ampia - ha detto l’assessore al Welfare con delega alla Salute del Comune di Napoli, Roberta Gaeta - Dobbiamo aprire la mente: la percezione sbagliata dell’omeopatia deriva da una scorretta informazione. Anche per questo porteremo le istanze dell’omeopatia nell’Osservatorio della Salute che abbiamo attivato l’8 marzo. Più strumenti mettiamo in campo, più integrazione avremo e più persone e famiglie riusciremo a raggiungere sul territorio”. Calignano: “L’omeopatia? Vi provo che può essere più efficace del farmaco tradizionale” Primo dei relatori del convegno è stato Antonio Calignano, professore ordinario di Farmacologia, che ha partecipato all’attivazione di due corsi universitari sui rimedi e le preparazioni omeopatiche, e si dice convinto che l’omeopatia vada affiancata senza esitazione alla medicina tradizionale. Ed è proprio la Scienza che ci indica, coi risultati in laboratorio, questa strada: “Da un nostro lavoro sperimentale - ha detto il professore presentando i risultati alla platea - abbiamo avuto la conferma dell’importanza del farmaco omeopatico e delle sue vie di somministrazione: siamo stati infatti in grado di capire come la somministrazione per via intranasale possa risultare più efficace di quella orale, grazie al ruolo prevalente della mucosa olfattiva nell’azione dei farmaci omeopatici”.

Chiriacò: “Abbiamo un’arma meravigliosa, speriamo di aprire il primo ospedale omeopatico”

Lungo e appassionato l’intervento del professore Dario Chiriacò, medico omeopata e presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Rieti, che ha fatto il punto della situazione in Italia: “L’omeopatia è un’arma meravigliosa, in alternativa o in associazione con l’allopatia. Il 3 maggio c’è stato un incontro tra la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e le società scientifiche omeopatiche, e dobbiamo continuare ad avere un confronto sereno e proficuo. Senza ridurre tutto alla domanda su come funzioni l’omeopatia: il funzionamento dell’aspirina, ad esempio, si è capito soltanto nel 1971, ma fino ad allora è stata comunque abbondantemente utilizzata, e non demonizzata. Il vero sogno all’orizzonte è quello di vedere finalmente aperto il primo ospedale omeopatico, e non è detto che questo obiettivo sia lontano dal realizzarsi”.

D’ANGELO: “Il vantaggio di curare con l'omeopatia in veterinaria”

Con enfasi ed emozione, la Dott.ssa Maria Desiderata D’ANGELO – Medico Veterinario, Omeopata - ha aperto i confini mentali in quanti non conoscevano ancora l’uso dell’ omeopatia in veterinaria: un mondo ed un approccio che va ben oltre l'effetto placebo. Interessantissimo seguire le differenze del colloquio in umana e in veterinaria, le diverse modalità di somministrazione ed ascoltare i casi clinici risolti con il rimedio unitario.

PENNACCHIO: “Limiti e le potenzialità dell'omeopatia: la visione sistemica relazionale e l'ottica di una medicina integrata”

Nella sua empatica relazione sui “ I miasmi e gli stili di personalità” il Prof. Rosario PENNACCHIO – Medico Omeopata, Psicoterapeuta – ha posto l’accento visione dello star male della persona che ha al centro della sua attenzione non solo la lettura del sintomo nella sua specificita’ ma anche e soprattutto l’analisi del processo disfunzionale che coinvolge tutta la persona nella sua complessita’ e nella relazione con l’ambiente in cui vive. Quindi l’omeopatia cura il sistema persona nella sua totalita’ per ottenere non solo la remissione del sintomo attuale ma anche per migliorare la qualita’ della vita e per aumentare il livello di benessere dell’individuo. Un’interessante lettura dell’intuizione di Hahnemann attraverso il parallelismo con il modello di articolazione intersistemica e l’elaborazione degli stili di personalità , sviluppato in anni di ricerca e di sperimentazione dal Prof. l. Baldascini e dall’Istituto di Psicoterapia Relazionale.

Un attento ed interessato pubblico ha seguito il convegno. Evento che si è subito profilato foriero di accadimenti positivi per il riconoscimento di questa importante Medicina complementare. Da sempre l’A.P.O. Italia ( Associazione Pazienti Omeopatici) porta avanti con determinazione i suoi obiettivi per la divulgazione chiara e corretta della medicina omeopatica e propone a tal fine appuntamenti e convegni, nella visione globale dove la Medicina è UNA: quella che guarisce.

L'Apo Italia (Associazione Pazienti Omeopatici) - il cui obiettivo è la divulgazione della medicina omeopatica - con lo scopo di promuoverne la conoscenza e l'uso corretto, ha organizzato questo convegno dal titolo "L'approccio corretto col paziente omeopatico: farmacisti, medici e veterinari a confronto" rivolto a studenti, pazienti, farmacisti, medici e veterinari.


Con una giornata dedicata il 13 Maggio dalle ore 9 alle 14, presso la sala riunione dell'ordine dei Farmacisti a Napoli - in via Toledo n.156, sede Federfarma - l'Associazione intende sviluppare un incontro su interessanti temi che saranno trattati da esimi relatori. Tutti argomenti di grande interesse di una visione globale della Medicina dove la Medicina è UNA: quella che guarisce.

Nel proporre questo convegno l'Apo Italia intende fornire informazioni valide di natura tecnica ai partecipanti che possano essere spunto di riflessioni formative e approfondimenti di studio. Vi aspettiamo numerosi

30724774 2056018604683746 5157444699526529024 o
30727351 2056018591350414 748551523394387968 o

Comunicato stampa

Al via il 13 Maggio alle ore 9,00 a Napoli l’appuntamento organizzato dall’A.P.O Italia : “L’approccio corretto col paziente omeopatico: farmacisti, medici e veterinari a confronto”.

Appuntamento il 13 Maggio dalle ore 9,00 al convegno “L’approccio corretto col paziente omeopatico: farmacisti, medici e veterinari a confronto” organizzato dall’A.P.O. Italia (Associazione Pazienti Omeopatici) a Napoli, nella sala VINCENZO AURIEMMA, in via Toledo,156 - sede Federfarma/Ordine dei Farmacisti.

Un incontro rivolto a studenti, pazienti, farmacisti, medici e veterinari con cui l’A.P.O. Italia intende fornire spunti di riflessione formativa e approfondimento, alla presenza di autorevoli ospiti. Si darà via al convegno con saluti di: Vincenzo SANTAGADA - Presidente Ordine dei Farmacisti di Napoli, Michele DI IORIO – Presidente Federfarma Napoli, Roberta GAETA – Assessore al Welfare del Comune di Napoli, Marisa CERTOSINO – Presidente A.P.O. Italia, Gaetana MINICHINI – Coordinatrice FIAMO Campania. Una domenica di confronto aperto e multidisciplinare dove si alterneranno nella mattinata importanti relatori: il Prof A. Calignano introdurrà “ La ricerca scientifica in omeopatia: ruolo delle vie di somministrazione”; il Prof. Pennacchio parlerà di “ I miasmi e gli stili di personalità”; il tema affrontato dal Prof. Dario Chiariacò sarà “ L’Omeopatia oggi e le costituzioni umane”; la Dott.ssa Maria Addolorata D’Angelo – medico veterinario – tratterà il tema “Omeopatia classica unicista applicata al paziente veterinario: un approccio che va oltre l'effetto placebo. Casi clinici ”.

Con la Legge dei Simili Hahnemann aveva elaborato una nuova metodologia medica, in tal visione i partecipanti, guidati dalle parole dei relatori, potranno essere stimolati a conoscenze mediche che riguardano questa dolce medicina complementare e approfondire alcuni aspetti proposti. Tutti temi di grande interesse per una visione globale dove la Medicina è UNA: quella che guarisce.

Agli iscritti all'ordine dei farmacisti di Napoli sono riconosciuti crediti formativi.

Ufficio Stampa A.P.O. Italia

Link

Evento Facebook

https://www.facebook.com/events/396201867527086/

L’A.P.O.Italia sottoscrivendo questa lettera aderisce alla richiesta fatta e ne promuove il contenuto fra i soci , le associazioni interessate , le istituzioni e coloro che sono sensibili ad una comunicazione chiara e trasparente sull’uso dell’Omeopatia come medicina complementare
Grazie
Marisa

Lettera per Presa Diretta

unnamed

Carissimi soci e amici,

con tutto il cuore, a nome mio e del Consiglio Direttivo, voglio augurarvi un Sereno Natale ed un prospero Anno Nuovo che sia foriero di piacevoli accadimenti.

Aggiungo il mio personale augurio per un anno di maggiore riconoscimento alla validità della medicina omeopatica. Diffondere la cultura omeopatica è obiettivo primario per noi Apo Italia e, in un momento così difficile, è fondamentale restare uniti e aggregare altri simpatizzanti al nostro percorso. Fare da volano per nuovi soci è fondamentale per la vita della nostra associazione, ci aiuta a crescere e a far conoscere meglio la validità di questa importante medicina complementare. E’ importantissimo far sentire, con calma e fermezza, la nostra voce – quella dei pazienti omeopatici – per un’informazione sempre più chiara e trasparente, permettendo a chiunque di fare una scelta opportuna sulla modalità di curarsi.

Per coloro che non hanno potuto essere presenti al convegno del 18 ottobre scorso e hanno piacere di aggiornarsi su quanto fatto, ricordo che sul nostro sito sono presenti alcune interessanti pubblicazioni. Invito anche a collegarsi alla nostra pagina Facebook per seguirci meglio. A breve, appena terminato il sito, potrete trovare notizie sempre più utili per tutti voi.

Vi auguro tanta felicità con le parole di Romano Battaglia:

“I vecchi saggi raccontano che il corpo umano si tiene in equilibrio con la felicità e ogni volta che questa viene a mancare insorgono i disturbi, le malattie: la felicità è l’equilibrio dell’universo”.

Grazie sempre, cordialmente

Marisa Certosino

Presidente A.P.O.Italia

c.a. Spett.le Redazione La7 –

 

E’ obbligatorio da parte dell’APO Italia (associazione pazienti omeopatici) dissentire circa il servizio serale sull’omeopatia del 30 novembre in “Piazza Pulita” - rete televisiva La7. 

Finchè non sarà permesso un dibattito leale ed aperto, all’ascolto delle diverse parti, i pazienti in generale non potranno mai avere chiarezza e fare una scelta vera sulla modalità di curarsi. Sembra “quasi” che si voglia pilotare tali scelte, non permettendo alle persone di crearsi una opinione esauriente in proposito. Basta ai raggiri, al non far parlare, al fornire solo argomenti di parte!

CHIEDIAMO  DI  ESSERE  INVITATI  A PIAZZA PULITA  AL  PIU’  PRESTO  IN MODO DA FAR SENTIRE  LA NOSTRA VOCE,  QUELLA  DEI  PAZIENTI  OMEOPATICI,  IN  MANIERA  CHIARA  E   TRASPARENTE  E  PERMETTERE  LA  CONOSCENZA  ESATTA  DI  QUESTA   IMPORTANTE   MEDICINA  COMPLEMENTARE.

Siamo disponibili ad un confronto con tutte le altre scuole mediche, per fornire conoscenze che possano aiutare i cittadini nella scelta della modalità di curarsi.

 

La Presidente dell’Associazione APO Italia

Dott.ssa Maria Certosino

Al via il Convegno A.P.O. Italia “Omeopatia e Obesità”: 18/10/2017 all’Istituto di Cultura Meridionale ore 16 Appuntamento mercoledì 18 ottobre a Napoli, dalle ore 16, presso l’Istituto di Cultura Meridionale - Via Chiatamone, 63 – con il convegno “Omeopatia e Obesità” organizzato dall’A.P.O. Italia (Associazione Pazienti Omeopatici), con la partecipazione di importanti ospiti.

LEGGI TUTTO

Incontro con Michelle Boiron

 

Giornata Mondiale dell'Omeopatia

La natura che cura

La campania festeggia Hahnemann (1755-1843)

Per leggere la locandina dell'evento clicca qui

I pazienti A.P.O. Italia ed i medici SIOMI rispondono alle provocazioni di Crozza nella trasmissione su La 7, "Il Paese delle Meraviglie", del 27 novembre 2015.

Per leggere/scaricare la risposta in PDF clicca qui

Risposta delle Vice Presidente A.P.O. Italia, Daniela Salvucci, alla provocazione di Maurizio Crozza ne "Il Paese delle Meraviglie", del 27 novembre '15

Per leggere/scaricare la risposta in PDF clicca qui

Page 1 of 8